Skip to main content

La Mission

Cambiare vite

Offriamo opportunità di riscatto a chi ha incontrato il carcere durante il proprio percorso di vita, sviluppando attività orientate al reinserimento lavorativo all’interno della II Casa di Reclusione di Milano a Bollate. Promuoviamo il lavoro quale strumento per valorizzare il tempo della pena, contribuendo all’acquisizione di nuove competenze per i nostri soci e offrendo loro specifiche opportunità di formazione professionale: entrambi fattori fondamentali per stimolare il cambiamento nello stile di vita durante e dopo il periodo della detenzione.

Cambiamo le imprese

Offriamo servizi di alta qualità alle imprese, assicurando ai nostri partner committenti impegno, puntualità e responsabilità nella gestione delle attività che ci vengono assegnate. Progettiamo con le imprese percorsi finalizzati a promuovere una cultura dell’inclusione e della diversità verso il personale e nei contesti organizzativi, in una prospettiva di responsabilità sociale. Dando accesso a servizi competitivi e ad alto impatto sociale contribuiamo in modo significativo alla sostenibilità delle imprese.

Miglioriamo il carcere

Miglioriamo la qualità delle relazioni tra persone detenute e operatori penitenziari, contribuendo all’accrescimento del benessere organizzativo. Ci prendiamo cura degli spazi che ci vengono affidati valorizzandoli e rendendoli pienamente funzionali alla realizzazione di attività lavorative. Collaboriamo alla costruzione di un progetto di istituto orientato alla rieducazione e al reinserimento. Inoltre la nostra cooperativa sociale permette ai propri dipendenti detenuti di saldare mensilmente la quota di mantenimento in carcere, oltre alla possibilità di pagare spese processuali, multe e risarcimenti alle vittime di reato.

Miglioriamo la società

Rispondendo in modo serio e concreto alla richiesta di lavoro qualificato proveniente dalle persone che vivono parentesi della loro vita all’interno di luoghi di pena, contribuiamo a ridurre il fenomeno della recidiva, accrescendo senso di sicurezza e legalità nelle nostre comunità. Facciamo conoscere la realtà del carcere a studenti, professionisti, istituzioni e cittadini contribuendo a ridurre lo stigma sociale delle persone detenute e promuovendo una cultura dell’inclusione sociale e della legalità.

La nostra storia

2023

L’anno del decennale inizia con un nuovo importantissimo progetto di sviluppo e monitoraggio delle attività lavorative in carcere.
A febbraio, grazie alla European House Ambrosetti ci ritroviamo proiettati sul palco principale in Italia, per confrontarci con grandissime aziende, con l’obiettivo di sviluppare i progetti di reinserimento lavorativo in carcere, portando come esempio la nostra esperienza.
Iniziano nuove collaborazioni con importanti aziende, come la stessa Ambrosetti e Pirelli, Elmec Mapei, Ceva Logistic, Vivigas e soprattutto grazie al continuo incremento delle attività con Eolo (più di 20 operatori) arriviamo a quota 130 dipendenti distribuiti su più di 30 commesse, concludendo il lungo periodo di cassa integrazione che ci ha traghettato dalla crisi dello scorso anno.”

2022

Il nostro più grande cliente ci comunica la fine della collaborazione, trenta operatori rischiano il posto di lavoro con un calo previsto del fatturato del 40%, gli ingredienti per la crisi più grande mai affrontata dalla cooperativa. La risposta però è semplice, siamo più forti…
Con lucidità, competenze e coraggio affrontiamo il momento più buio dalla Genesi, ottenendo il supporto delle Istituzioni e delle aziende che credendo in noi, decidono di incrementare le loro attività.
Oltre a superare il difficile periodo dovuto al “caro energia” per la guerra in Ucraina.
Inizia la nuova collaborazione con Sielte SPA grazie alla quale ci affacciamo al mondo dell’Help Desk specialistico con nuove selezioni del personale e corsi di formazione specifici.
A metà anno iniziano altre collaborazioni con nuove aziende come Intesa San Paolo, Subito, Techem, Dove.It con le quali riusciamo a diversificare strategicamente le nostre attività.
Parallelamente avviamo il nuovo progetto di sviluppo dell’officina RI-GENERA dove, ridisegnando la gestione e rivedendo tutte le operatività, riusciamo ad acquisire nuovi clienti come Pellegrini e a consolidare grandi partnership come quella con Sellmat ed Eurogroup, grazie ai quali abbiamo raggiunto importanti risultati di efficienza e affidabilità.
Grazie a Eolo, Sielte SPA e SIF SPA quest’anno ricollochiamo più di venti operatori dopo aver concluso svariati corsi di formazione e affiancamento sulle nuove attività di back office ed Help desk.

2021

Nel mese di febbraio, per fronteggiare l’emergenza Covid-19 avviamo la prima esperienza di smartworking in cella grazie ad un protocollo operativo assolutamente innovativo per il mondo delle carceri.
La cooperativa muove i suoi primi passi nel mondo dell’Advertisement digitale, sviluppando i suoi strumenti di comunicazione sul web, con il suo canale YouTube e la sua pagina LinkedIn.
In primavera parte una nuova collaborazione con MET un importante operatore del mondo Energy.
A settembre inizia una partnership strategica con Eolo, un operatore delle telecomunicazioni voglioso di investire nella Corporate Social Responsibility e soprattutto in un progetto di collaborazione con il carcere.
Successivamente prende corpo la collaborazione con Alto Lato grazie a EI.COM Energia con il primo ciclo di live da Bollate per raccontare bee.4 come impresa sociale e le storie delle persone che ne fanno parte.

2020

A inizio anno iniziamo una nuova collaborazione con SG Energia erogando servizi di Customer care e back office e impegnando 6 operatori. Durante la seconda ondata della Pandemia, organizziamo da pionieri nel Mondo, lo Smart Working dalla cella, per tutti gli operatori in isolamento. Grazie al supporto del Ministero e dell’Amministrazione Penitenziaria riusciamo ad attrezzare le celle con le postazioni Call Center per permettere ai nostri operatori di continuare nella loro attività lavorativa.
Si avviano inoltre altre nuove importanti collaborazioni con società del mondo Energy, come Broker Arrow S.r.l. e NeN
Sviluppiamo il progetto “Ready to Change” sostenuto da Fondazione Cariplo con gli obiettivi di migliorare l’organizzazione della cooperativa e di acquisire nuove competenze.

2019

In primavera prende il via una nuova importante collaborazione con AXPO SPA, impegnando 8 operatori. Pochi mesi dopo implementiamo le attività di Customer Care grazie a EICOM coinvolgendo 12 operatori.

2018

L’anno della svolta, soprattutto da un punto di vista organizzativo, le attività aumentano, dopo 5 anni siamo ancora protagonisti di una evoluzione costante… Implementiamo nuove attività di Customer Service implementando la collaborazione con Roma GAS & Power.

2017

Inizia la collaborazione con Europe Energy e parallelamente alle altre attività, creiamo “Second Chance”, il progetto finalizzato al ricondizionamento di attrezzature professionali per il mondo del caffè. A questo si dedicano 12 addetti e 2 esperti del settore grazie alle collaborazioni con Dalla Corte e SERIM SRL

2016

Incrementiamo e consolidiamo il lavoro nel settore del controllo qualità per conto di un importante gruppo di imprese del settore gomma/plastica, tra cui ACO Service S.r.l. Vengono impiegate 25 addette dall’area femminile del carcere, alle quali si aggiungono 2 figure esterne.
Nei mesi estivi l’attività di Customer Service arriva a coinvolgere 36 addetti, oltre a 4 operatori di staff. Grazie alla collaborazione con WIND 3 SPA

2015

Sviluppiamo il primo progetto strutturato di Customer Service nel settore Energy e contribuiamo alla costituzione del Consorzio Viale dei Mille di Milano insieme ad altre 4 cooperative sociali che lavorano negli istituti di San Vittore, Opera e Bollate.

2014

È un anno di crescita e specializzazione, siamo impegnati all’interno della II casa di Reclusione di Milano nelle attività di Business Process Outsourcing grazie a Eviva Energia e in attività di Rigenerazione di macchine professionali del mondo caffè e settore Vending, iniziando a occuparci anche di assemblaggio e controllo qualità.

2013

Nel mese di aprile i soci fondatori costituiscono a Milano la Cooperativa sociale bee.4 altre menti, dando vita a un’impresa sociale che avvicini il percorso di detenzione alla finalità rieducativa della pena prevista dalla Costituzione. Solo pochi mesi dopo impegniamo 3 persone nel settore dell’assemblaggio e 3 operatori nei servizi di natura telefonica. A fine anno sviluppiamo le prime attività di Customer service nel settore Energy.

Le ricerche condotte su questo argomento ci dicono che il carcere, di per sé, non è in grado di costruire soluzioni per assicurare un futuro migliore alle persone condannate, semmai si verifica il contrario. Senza interventi specifici, senza strumenti capaci di intervenire sulle abitudini dei singoli, tre persone su quattro, esaurito il periodo di detenzione, tornano a compiere reati.
Se invece durante il periodo della Pena si realizzassero: percorsi di formazione, di lavoro, di reinserimento, offrendo effettive opportunità di crescita professionale, questo dato crollerebbe al di sotto del 5%, come evidenziano i dati del Ministero di Giustizia. Purtroppo il numero di persone che lavorano in carcere è ancora troppo basso. Attualmente sono meno di mille i detenuti che lavorano alle dipendenze di imprese private svolgendo compiti e attività legate al mercato esterno.

Negli Istituti di Pena dove esistono serie opportunità di lavoro, i problemi disciplinari sono meno frequenti, infatti le persone detenute hanno modo di dedicarsi ad altro evitando le “solite dinamiche criminali” tipiche della vita in carcere. Inoltre l’incidenza dei gesti di autolesionismo è molto più bassa, l’attività della Polizia Penitenziaria è più fluida e in un contesto di questo tipo, esistono le condizioni ideali per favorire i percorsi di vero cambiamento.
Il lavoro in carcere rappresenta uno degli strumenti più capaci di riavvicinare la Pena alle finalità previste dalla Costituzione.Il Lavoro in carcere aiuta le persone ha occupare il tempo in modo costruttivo, contribuendo a far sviluppare professionalità e attitudine al lavoro stesso, stimolandole ed evitando così tutte quelle situazioni di ozio che sempre hanno portato le persone verso il peggioramento e l’abbandono alla “scelta criminale”.

Lavorare in carcere è un’idea vincente, per tutti.

Da settembre 2021 abbiamo iniziato a collaborare con bee.4 per l’attività di Welcome Call e insieme abbiamo lanciato il progetto di “Connettività e inclusione sociale”
La motivazione di chi lavora in bee.4 va oltre la dedizione a un posto di lavoro: diventa riscatto, crescita, rinascita e questo si manifesta nella qualità e Professionalità del servizio erogato: ci si fa carico dei clienti che diventano una finestra sul mondo al di là del muro.

Chiara SantambrogioChief Customer Officer

In questo contesto tutt’altro che ordinario, l’impegno e la partecipazione percepiti sono riusciti a “portarci fuori”, dove ciò che conta è il lavoro, la dignità, la voglia di crescere e di venire apprezzati. Un ambiente molto lontano da quell’immagine di carcere che coviamo nel nostro immaginario collettivo. Oggi il team di bee.4 supporta il nostro per le attività di back office, a cui presto seguiranno attività di supporto clienti ed altre mansioni.

Fabrizio ImperadoreCEO e Founder EICOM Energia

Arrivi in bee.4 e trovi il carcere che non ti aspetti. Un luogo che si prende cura delle persone, della loro dignità e della loro anima. Dove le persone lavorano con il cuore, dove ricostruiscono valori, cultura e comportamenti per poi porgerli al mondo come prodotto finale. Dove la qualità è il tratto distintivo di un' umanità che scrive sulla sua etichetta "Made with life".

Marcello MinutiCEO e Founder Human & Business Guide AltoLato

Ho la fortuna di collaborare con bee.4 dal 2016, ho visto nascere e crescere il call center e non sono sorpreso del successo che ha avuto. In precedenza abbiamo lavorato con 20 persone impegnate nelle attività di backoffice, gestione del credito, supporto commerciale e vendita.
Ogni nuova iniziativa è sempre stata accolta con entusiasmo da tutto lo staff e gestita dagli operatori su livelli di qualità e professionalità che non temono alcun confronto. Non ho avuto esitazioni a riallacciare i rapporti con bee.4 quando sono partite le attività di NeN."

Fabio GuzziHead of operations presso NeN